Articolo 844 Codice Civile Normale Tollerabilità

Articolo 844 Codice Civile Normale Tollerabilità

ingsantilli No Comment
Acustica

La legge 13/2009 ha introdotto un “alleggerimento” del campo di applicazione dell’art. 844 del Codice Civile inerente la Normale Tollerabilità.

L’articolo 844 Codice Civile recita:

Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi. Nell’applicare questa norma l’autorità giudiziaria deve contemperare le esigenze della produzione con le ragioni della proprietà. Può tener conto della priorità di un determinato uso.

L’articolo 6-ter della Legge 13/2009 precisa:

Nell’accertare la normale tollerabilità delle immissioni e delle emissioni acustiche, ai sensi dell’articolo 844 del codice civile, sono fatte salve in ogni caso le disposizioni di legge e di regolamento vigenti che disciplinano specifiche sorgenti e la priorità di un determinato uso.

Analizzando i due articoli emergono le seguenti limitazioni:

  • NON SI APPLICA se il giudice ritiene che le “esigenze di produzione” prevalgano sul disturbo generato;
  • NON SI APPLICA se la sorgente disturbante esisteva prima dell’arrivo del disturbato;
  • NON SI APPLICA in caso di specifiche sorgenti regolamentate, ovverosia laddove esiste un regolamento per la sorgente disturbante sarà questo il fattore limitante.

Quest’ultimo punto richiede un maggior approfondimento. E’ facile pensare ad una ferrovia, un’autostrada come sorgente (di rumore) regolamentata, ma a pensarci bene ogni Comune ha un Regolamento Acustico nel quale si limitano le sorgenti di rumore a determinati livelli. Questo implica che ogni attività rientrante nell’ambito di applicazione del regolamento acustico comunale (ambito pubblicistico) è un’attività (o sorgente) regolamentata e quindi ESCLUSA dal campo di applicazione dell’articolo 844 CC (ambito civilistico).

In sostanza il criterio della NORMALE TOLLERABILITA’ (differenza tra picco massimo del rumore immesso e rumore di fondo valutato come L95 inferiore a 3 dB(A)) si applica SOLO TRA PRIVATI.

Commenta

Contatti

Ing. Marco Santilli

Tel 347.8710468

eMail marco[at]ingsantilli.com

Tecnico Competente in Acustica Ambientale iscritto all’Albo della Regione Toscana

Iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze