Normativa regionale toscana e requisiti acustici passivi degli edifici

Normativa regionale toscana e requisiti acustici passivi degli edifici

ingsantilli No Comment
Acustica

Importanti novità per l’acustica in edilizia in Toscana sono state introdotte al temine del 2017.

Per quanto riguarda i requisiti acustici passivi degli edifici (DPCM 5/12/97), in caso di Asseverazione di Agibilità su modello regionale, sarà obbligatorio verificare IN OPERA i parametri di isolamento acustico.

Infatti, con la nuova normativa, in caso di Asseverazione di Agibilità, obbliga a compilare la modulistica relativa ai requisiti acustici passivi (a firma di tecnico competente in acustica ambientale, committente, direttore lavori e impresa esecutrice) ed a allegare la relazione tecnica relativa al collaudo acustico delle strutture.

Dunque, per gli interventi che ricadono nel campo di applicazione del DPCM 5/12/97 sarà SEMPRE necessario il collaudo acustico.

Quale il campo di applicazione del DPCM sopra citato?

Ogni intervento edilizio sotto qualsiasi titolo o comunicazione (Permesso di costruire, SCIA, CILA, ecc.) che interessi strutture o impianti di nuova realizzazione oppure oggetto di ristrutturazione.

Per esempio un solaio su cui viene posata o sostituita la pavimentazione (manutenzione ordinaria) non è soggetto ad adeguamento acustico, mentre se l’intervento prevede il rifacimento anche dei massetti, allora andrà adeguato ai limiti acustici del decreto.

Ricordiamo che il Decreto prevede diverse classi di edifici (residenziali, ricettivi, sanitari, commerciali, direzionali, ecc.) e per ognuna di esse un limite di insonorizzazione per i seguenti parametri:

  • Isolamento acustico di facciata
  • Potere fonoisolante di pareti e solai divisori tra diverse unità immobiliari
  • Isolamento dei solai dal rumore di calpestio (anche tra ambienti della stessa unità)
  • Rumorosità degli impianti a funzionamento discontinuo
  • Rumorosità degli impianti a funzionamento continuo

Beffa o opportunità?

Comunque la si pensi, è opportuno far notare che la modulistica NON PREVEDE l’attestazione di risultati non conformi alla normativa. Questo significa che in ogni caso, al momento dell’agibilità, l’isolamento acustico risponderà alla normativa vigente e che quindi saranno scongiurate cause contro proprietari, imprese o progettisti dopo la fine dei lavori!

 

Commenta

Contatti

Ing. Marco Santilli

Tel 347.8710468

eMail marco[at]ingsantilli.com

Tecnico Competente in Acustica Ambientale iscritto all’Albo della Regione Toscana

Iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze