COME PROTEGGERSI DAI RUMORI ESTERNI

COME PROTEGGERSI DAI RUMORI ESTERNI

ingsantilli No Comments
  Acustica

INSONORIZZAZIONE DELLE FACCIATE

Come noto le pareti esterne di un alloggio costituiscono le facciate. In questo caso è necessario proteggere gli ambienti interni dal rumore proveniente dall’esterno. I serramenti di una parete esterna, siano esse finestre o porte-finestre, costituiscono solitamente la parte più debole sotto l’aspetto acustico. Una corretta posa in opera di questi ultimi è la condizione fondamentale per garantire un adeguato isolamento acustico. Sono moltissime le parti di un infisso che assumono rilievo per una buona insonorizzazione a cominciare dal tipo di controtelaio piuttosto che dal numero di battute tra telaio e ante, dalla tipologia di chiusure e delle vetrate utilizzate. Supponendo una posa in opera corretta resta di fondamentale importanza la tipologia di vetrate utilizzate negli infissi, queste ultime vanno scelte opportunamente tenendo conto della parte muraria del volume interno e delle loro stesse dimensioni.

Su alcune facciate sono presenti dei fori per l’aerazione degli ambienti. Tali fori costituiscono un possibile elemento di passaggio del rumore se non realizzati in modo opportuno, esistono infatti in commercio numerosi dispositivi realizzati allo scopo di consentire il passaggio dell’aria e al contempo evitare il passaggio del rumore.

Materiali acustici: fonoisolanti o fonoassorbenti?

ingsantilli No Comments
  Acustica

Il rumore è costituito da energia sonora che si trasmette attraverso un mezzo. Il mezzo più comune attraverso cui viaggia il rumore è l’aria. Quando il rumore incontra un ostacolo costituito da una parete o da un solaio di un ambiente chiuso in parte viene assorbito dai materiali che costituiscono la parete o il solaio, in parte riesce ad attraversare tali materiali, in parte viene riflesso e rimandato indietro.

Questa semplice rappresentazione ci aiuta a definire e dividere i materiali acustici in due grandi categorie:

  • a) Materiali fonoisolanti
  • b) Materiali fonoassorbenti

I materiali fonoisolanti o fonoimpedenti sono quelli che contribuiscono a impedire il passaggio del rumore attraverso la struttura considerata. I materiali fonoassorbenti sono quelli che limitano la riflessione del rumore.

Solitamente un buon materiale fonoisolante ha massa e peso elevato mentre un materiale fonoassorbente è solitamente leggero e spugnoso.

Un utilizzo sapiente di queste due tipologie di materiali contribuisce ad ottenere i risultati voluti sia per il fonoassorbimento che per il fonoisolamento. Un ambiente come un’aula scolastica ha bisogno oltre che di un buon isolamento anche di un fonoassorbimento idoneo a far si che il livello di comprensibilità del parlato non venga offuscato da un riverbero eccessivo e quindi rivestire anche parzialmente con materiali fonoassorbenti i soffitti o le pareti interne contribuisce certamente allo scopo.

Mentre in una civile abitazione è più utile avere buoni materiali fonoisolanti sia nelle pareti che nei solai divisori tra alloggi in quanto è più importante evitare la trasmissione dei rumori.

In commercio sono presenti svariati materiali con altrettanti svariati e fantasiosi accoppiamenti per cui occorre tener presente che generalmente tutti i metalli a cominciare dal piombo sono degli ottimi fonoisolanti, mentre i materiali in poliammide, polietilene, lana di roccia ecc. sono ottimi fonoassorbenti. Discorso a parte meriterebbe il cartongesso e i materiali simili, in via del tutto generale possiamo dire che le contropareti e i controsoffitti realizzati con questi materiali forniscono un buon aiuto all’isolamento acustico mentre le pareti realizzate interamente con questi materiali pur se posate correttamente meritano un attento studio di valutazione previsionale dei valori di isolamento in opera in quanto spesso risultano notevolmente differenti dai valori di isolamento ottenuti in laboratorio di prova.

Come si insonorizza un solaio

ingsantilli No Comments
  Acustica

I solai possono richiedere necessità di insonorizzazione oltre che dal rumore aereo (come le pareti) anche dal rumore da calpestio – o da impatto – probabilmente più fastidioso. I solai attualmente utilizzati nella tipologia costruttiva nazionale hanno un potere fonoisolante (abbattimento del rumore aereo) sufficiente o quasi per isolare dai rumori aerei quali voce, radio, TV ecc. mentre spesso sono carenti per l’isolamento al rumore da calpestio. Per migliorare il potere fonoisolante spesso è sufficiente un controsoffitto all’intradosso con intercapedine opportunamente riempita con materiali fonoassorbenti e/o fonoisolanti, invece molto più complesso è l’intervento per migliorare il rumore da calpestio.

Come si insonorizza una parete

ingsantilli No Comments
  Acustica

Se una parete separa due ambienti, si può affermare che è ben insonorizzata se il rumore prodotto in un ambiente non viene percepito nell’altro ambiente. Ovviamente molto dipende dal livello di rumore che viene prodotto e quindi ogni parete dovrà essere insonorizzata in base alla rumorosità degli ambienti che separa oltre che ovviamente alla loro destinazione d’uso.

Valutazione del rischio rumore per la sicurezza sul lavoro

ingsantilli No Comments
  Acustica

Sicurezza e lavoratori

La norma di riferimento sulla sicurezza sul lavoro è il Decreto Legislativo 81 del 2008.

Questo decreto decreto legislativo si applica a tutti i settori di attività, privati e pubblici, e a tutte le tipologie di rischio (salvo qualche esclusione es. forze dell’ordine, vigili del fuoco, ecc.) in presenza di lavoro subordinato.

Il datore di lavoro deve provvedere alla salute ed alla sicurezza dei lavoratori.

Qualora si ritenga necessario, è opportuno effettuare una valutazione specifica per il RUMORE.

Suoni e rumori: fisica e decibel

ingsantilli No Comments
  Acustica

Cosa è il suono?

La fisica acustica, da quando esiste, fonda le proprie radici sul semplice concetto relativo alla natura dei suoni, ovverosia che un suono si trasmette poiché una particella di fluido (solitamente aria) vibra rispetto al suo stato di quiete. Questo significa che si ha un piccolo sbalzo di pressione. Talmente piccolo che rappresentarlo numericamente comporterebbe numeri del tipo 0,000000xx Pa, ed essendo una variazione di pressione, per valutarne l’entità, si dovrebbe ricorrere a sottrazioni tra numeri piccolissimi e quindi poco rappresentativi. Ecco che si introduce il Decibel.

I limiti acustici in città

ingsantilli No Comments
  Acustica

Anche il tuo Comune ha un regolamento acustico? Probabilmente si, ed in esso sono regolamentate le sorgenti di rumore all’interno del territorio ed i limiti di rumore che devono rispettare sia verso l’ambiente che verso i vicini potenzialmente disturbati.

Un pò di chiarezza: clima acustico, impatto acustico e requisiti acustici

ingsantilli No Comments
  Acustica

Acustica che confusione!

Spesso noi tecnici del comparto edilizio ci troviamo a fronteggiare richieste non sempre chiare. Questo comporta un riflesso negativo anche agli occhi del Cliente al quale dobbiamo spiegare che ci viene richiesta una “relazione acustica”, piuttosto che un “clima acustico per il cantiere” o un “impatto acustico del solaio”.

Allora, con questo articolo vorrei sinteticamente fare un quadro generale di requisiti acustici, impatto acustico e clima acustico.

Normativa regionale toscana e requisiti acustici passivi degli edifici

ingsantilli No Comments
  Acustica

Importanti novità per l’acustica in edilizia in Toscana sono state introdotte al temine del 2017.

Per quanto riguarda i requisiti acustici passivi degli edifici (DPCM 5/12/97), in caso di Asseverazione di Agibilità su modello regionale, sarà obbligatorio verificare IN OPERA i parametri di isolamento acustico.

Articolo 844 Codice Civile Normale Tollerabilità

ingsantilli No Comments
  Acustica

La legge 13/2009 ha introdotto un “alleggerimento” del campo di applicazione dell’art. 844 del Codice Civile inerente la Normale Tollerabilità.

Contatti

Ing. Marco Santilli

Tel 347.8710468

eMail marco[at]ingsantilli.com

Tecnico Competente in Acustica Ambientale iscritto all’Albo della Regione Toscana

Iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze